La Compagnia dell’Anello: la speranza divampa

La Compagnia dell’Anello: la speranza divampa

Il 16 marzo, alle ore 18, presso la bella sala Delmo Veronese si è tenuto il secondo appuntamento della nostra rassegna letteraria dal titolo‘La Compagnia dell’Anello: la speranza divampa‘. Oltre all’editore Simone Draghetti di Linee Infinite, casa editrice di Lodi che pubblica la collana ‘Phantasia’, erano presenti tre autori (Davide Galati – nostro giurato al concorso letterario – Davide Truzzi e Lorenzo Calanchini) arrivati rispettivamente da Verona, Reggio Emilia e Modena per presentare ‘E un elfo li radunò’, ‘In nomine Patris’ e ‘Il Viaggio di Alyehl’.  Continua..

Intervista ad Alberto Bombonato

Intervista ad Alberto Bombonato

Intervista ad Alberto Bombonato di Pontecchio Polesine in provincia di Rovigo autore dell’ebook ‘Khal. Il Signore del Male’ edito da GDS, presente alla nostra rassegna ‘Un libro per domarli’ a Este il 16 marzo.

Sotto lo stendardo insanguinato di Alajama, Città dell’Acqua, immani schieramenti diferoci licantropi, di agili uomini drago e di insaziabili skroll ammorbano con il tanfo pestilenziale della Morte loro compagna l’ultimo baluardo della Resistenza: a guidarli è Zoatar, gorilla di proporzioni immani, il comandante delle forze del Male governate da Ekon, essere semidivino in grado di controllare i quattro elementi per sfruttarli a proprio piacimento. Questo lo scenario: finché sopra di noi vola Merin, l’ultima aquila della sua stirpe, scampata alle distruzioni di massa dei nidi,Refis, la Signora dell’Acqua e Kronil Comandante delle forze della città, tra intensi batticuori celati ai più, cercano di portare in salvo l’ultima creatura forgiata da Ekon, il giovane Khal, pari o forse addirittura più potente del padre per votarlo alla causa del Bene. Continua..

Giocando ai… Coloni di Catan!

Giocando ai… Coloni di Catan!

Sabato scorso abbiamo rispolverato un grande classico! I Coloni di Catan!
Provata l’espansione che aumenta il numero di giocatori e migliora qualche meccanica di gioco, una pietra miliare dei board games!
Este in Gioco 2014

Este in Gioco 2014

Foro Boario, Castello di Este
Sabato 3 e domenica 4 maggio 2014

All’ombra dei merli del Castello Estense, rovinato dalla furia distruttiva di Ezzelino da Romano e riedificato nel XIV secolo, la città nei giorni di sabato 3 e domenica 4 maggio rivivrà nuove sfide battagliere sulla plancia del gioco da tavolo e sul terreno immaginario dei viaggi fantastici compiuti nei panni di personaggi leggendari fatti rivivere grazie all’animazione verbale dei giochi di ruolo. In seguito al successo delle precedenti edizioni, che si tengono da due anni nel Foro Boario al posto del tradizionale PalaEste, più periferico rispetto ai centri nevralgici della città, l’associazione ludico – culturale Il Sentiero dei Draghi vuole offrire alla città una manifestazione ancora più ampia, che sappia farsi bacino di istanze culturali nuove e che sia incontro di realtà di gioco regionali ed extraregionali sempre più vaste. «Voglio dire a chi non ha ancora avuto la possibilità di toccare con mano una realtà ludica consistente – spiega Raffaele Silvan, neoletto Presidente del Sentiero – che i giochi da tavolo riscuotono e continuano a riscuotere un enorme successo negli ultimi anni. Il Sentiero dei Draghi vuole offrire a chiunque lo desideri la possibilità di soddisfare passioni di gioco latenti o manifeste in ottima compagnia». Punto di riferimento per Este è la sede del Sentiero in Piazzale Cà Pesaro, con ritrovi al sabato pomeriggio dalle 15.30 in poi dove la ludoteca dell’associazione è a disposizione di tutti i soci, con la possibilità di prendere in prestito giochi da tavolo, miniature, carte e di organizzare serate dedicate al gioco di ruolo. Continua..

Intervista ad Andrea Vesnaver

Intervista ad Andrea Vesnaver

Sabato 8 febbraio siamo andati a Padova ad intervistare Andrea Vesnaver vincitore, insieme a Massimo Barbera, del WCS – World Cosplay Summit, il principale evento cosplay mondiale che si tiene ogni anno in Giappone a Nagoya. Ecco cosa ci ha raccontato della sua esperienza..

Continua..

Remi Gallard. Controcorrente – Lo spettacolo teatrale

Remi Gallard. Controcorrente – Lo spettacolo teatrale

Siamo orgogliosi di presentare, in occasione della nuova rassegna teatrale organizzata all’interno dello Spazio Off del Centro Sociale Pedro di Padova, ‘Remi Gallard. Controcorrente’ della nostra responsabile alla cultura Camilla Bottin che da romanzo diventa un copione teatrale e che copione signori, con due attrici d’eccezione, Gloria Caon ed Eleonora Ambrosi, note al Grande Pubblico come ‘Le Parigine’.
Il loro è un progetto sperimentale e quello che vogliono risalti è la forte componente ironica, il teatro deve far sorridere.

Loro, e noi tutti, ci crediamo e speriamo di accompagnarle alla finale del concorso grazie anche al nostro sostegno!!

Giovedì 13 Marzo 2014 ore 20.00 presso il C.S.O. Pedro (vicino a 7 Via Ticino, 35135 Padova)
INGRESSO LIBERO

Continua..

Giocando a… Pathfinder!

Giocando a… Pathfinder!

Ed ecco il nuovo e giovane Master di Pathfinder all’opera ;)

Siamo lieti come Sentiero dei Draghi di ampliare il numero di master di giochi di ruolo all’attivo del nostro circolo!
Ricordiamo per chi fosse interessato che masterizziamo oltre a Dungeon & Dragons: Call of cthulhu, Sine requie, L’unico anello.
Filosofia del Fantastico

Filosofia del Fantastico

Il libro ‘Filosofia del Fantastico Escursione tra i Monti Sibillini, l’Irlanda e la Terra di Mezzo’ del marchigiano Cesare Catà è un saggio edito da Il Cerchio (2012) che propone un viaggio alla scoperta del significato filosofico dell’universo fantastico, delle creature fatate e dell’immaginario umano.

Secondo il racconto fantastico di René Daumal discendere dei «canaloni che finivano con degli strapiombi» conduceva le gambe a «tremare dal ginocchio alla caviglia» e i denti a «stringersi»: bersaglio delle ingiurie diventa così la Montagna, quel luogo che si configura come un’«analogia tra finito e infinito», specchio di un cammino che si potrebbe definire «esistenziale». Questa «ricerca del sé» che coinvolge, in mezzo agli antri della Grotta della Sibilla nei Monti della Marca tra Medioevo e Rinascimento, centinaia di cavalieri, alla stregua di Antoine de La Sale e di Guerrino detto il Meschino, si configura come un’«iniziazione guerriera» da identificarsi idealmente con il Graal, inteso come «la via per l’eternità». Continua..

Il Fosso di Helm: i labili confini tra fantasy, fantascienza e distopia

Il Fosso di Helm: i labili confini tra fantasy, fantascienza e distopia

Domenica 16 febbraio alle ore 18 si è tenuto il primo appuntamento della nostra rassegna letteraria ‘Un Libro per domarli, un Libro per trovarli, un Libro per ghermirli e nel buio incatenarli’ presso la sala Delmo Veronese. Una recente operazione i cui tempi di recupero si sono rivelati più lunghi del previsto ha costretto il nostro primo relatore, il dottor Cesare Catà, ad evitare un viaggio così impegnativo dalla terra delle Marche in cui risiede. La presenza autorevole del Prof. Adolfo Morganti, editore de ‘Il Cerchio’, ha supplito ampiamente all’assenza dell’autore: con un excursus volto a indagare le radici profonde delle leggende popolari, l’editore ha introdotto il Continua..

E un elfo li radunò

E un elfo li radunò

Recensione del libro ‘E un elfo li radunò’ (Linee Infinite Edizioni) del veronese Davide Galati, presente alla nostra rassegna letteraria il 16 marzo.

Un racconto narrativo, secondo il nano Mimton, non può compiere troppi voli con la fantasia, deve avere dei meccanismi semplici in grado di spiegarlo, «una sfera magica o un amuleto o direttamente l’incantesimo di uno stregone»: per cui, tralasciando quelle «macchine che trasmettono il suono e l’immagine attraverso l’etere», simboli della nostra concezione di esistenza concreta, in “E un elfo li radunò” del veronese Davide Galati edito da Linee Infinite entriamo in una complessa struttura a più livelli in cui oltre al mondo creato, ai creatori e al dio dei creatori, un fantomatico Maestro, viviamo una doppia sfasatura temporale in cui la cognizione del dopo trasforma la realtà del passato nel momento stesso in cui la si vive. Continua..

Top