Muri – Guarda, Ricorda, Racconta, Resisti

Continua il “network” di associazioni estensi: parte del direttivo del Sentiero dei Draghi (il Presidente, il segretario e la responsabile della Cultura) si è recato presso la sala Nassyria per sostenere l’evento “Muri – Guarda, Ricorda, Racconta, Resisti” organizzato dalleassociazioni Joker e Giovani d’Este. 

Sono in corso proposte di collaborazione con i Giovani d’Este, gestori della sala prove Nautilus: a quanto pare l’offerta musicale della rassegna letteraria vedrà sulla scena giovani emergenti provenienti dalla sala prove sita presso la scuola superiore Zanchi. Il gruppo di giovani facenti parte delle associazioni Joker e Giovani d’Este nel corso della serata ha fatto in modo di parlare in nome dei ’sommersi e dei salvati’. I ragazzi hanno letto frammenti di brani, testimonianze in prima persona di chi ha vissuto l’Olocausto, raccordandosi in un insieme corale d’intensità struggente. Con la proiezione di un filmato sulla comunanza di intenti tra il produttore automobilistico Henry Ford e il capo nazista Hitler, si è voluto inoltre portare tra la gente le immagini dei volti che hanno segnato la rovina di sei milioni di persone: i camion e le macchine hanno servito fedelmente le tesi antisemite, ma toccante è l’idea lanciata dal comune di Verona, un vagone in centro a Piazza Bra con i nomi dei veronesi deportati. Gli oggetti parlano, ma finché abbiamo la possibilità di gruppi come le associazioni Joker e Giovani d’Este che si fanno carico in prima persona di esprimere gli orrori del tempo, siamo sicuri che non dimenticheremo, ma soprattutto che non negheremo.

Muri 003.jpg Muri 007.jpg Muri 032.jpg