Italia campione al WCS 2013

Non c’è due… senza tre!
Il team italiano porta a casa il terzo titolo mondiale dal World Cosplay Summit 2013.
Nagoya, sabato 3 agosto 3013: una data che Massimo Barbera (Torino classe 1974) e Andrea Vesnaver (Padova classe 1972) non dimenticheranno tanto facilmente. Non è da tutti gareggiare al World Cosplay Summit, il campionato mondiale di Cosplay che si tiene dal 2003 in Giappone e non è nemmeno facile vincere, arrivando primi tra più di 20 gruppi partecipanti portando… dei robottoni!! Si sa, il mecha è figo, anzi, fighissimo, se poi si chiama Mazinkaiser ancora di più.
Se poi il titolo lo portiamo a casa dopo 3 anni, da quel 2010 con Luca Buzzi e Giancarlo di Pierro e la loro “Legend Of Zelda” il gusto è ancora maggiore.

Ma facciamo un passo indietro e torniamo a Settembre, più precisamente a Romics 2012, dove Massimo e Andrea portano Goldrake e Mazinkaiser. La loro esibizione gioca molto con raggi laser, luci e un po’ di sana ironia che conquista la giuria e la possibilità di rappresentare l’italia al WCS, pur essendo da solo quattro anni nel mondo del cosplay. Viene creata la pagina Facebook e il loro nome diventa “RoboticPizza”.
Sono ragazzi decisi, vogliono la vittoria a tutti i costi e promettono ai fan “o la vittoria o la morte”.
Tra venerdì 2 e sabato 3 agosto scatta il countdown per la sfida e, alle 13.00 ora italiana, la loro esibizione inizia: “Voi avete portato i robottoni in Italia e noi vi riportiamo i robottoni in Giappone” dicono, per poi salire sul palco, posizionarsi e iniziare la loro magia.
Sbuffi di fumo, raggi luminosi che partono dagli occhi, braccia rotanti compensano la scarsa motilità del cosplay, conquistando la giuria ed il pubblico.
Alla fine, vinceranno il premio Nico Nico, equivalente al premio popolarità con il 37% dei voti e l’attesissimo primo posto, concedendoci il balletto del Mazinkaiser e facendo impazzire il popolo cosplay italiano!!

Ecco i link della loro esibizione e pagina facebook:
Esibizione a Nagoya
Pagina Facebook Team Robotic Pizza